2014

MMP – Mezza Milzow Project

Ettore Fioravanti: Drums&Percussions
Vittorio Mezza: Piano, Fender Rhodes
David Milzow: Tenor & Soprano Sax
MMP Mezza Milzow Project – Abeat Records 2014

Sfoglia il booklet

Acquista l’album

“Questi tre musicisti hanno prodotto un sound che sembra articolato da un numero maggiore di musicisti grazie a composizioni e strumentazione inusuali. Non c’è dubbio che Vittorio, David ed Ettore abbiano prodotto qualcosa di speciale.”
David Liebman

Mezza Milzow Project è un progetto internazionale avviato dal pianista italiano Vittorio Mezza e David Milzow, eccellente saxofonista e docente tedesco, con la collaborazione di Ettore Fioravanti (tra i maggiori batteristi italiani). Vittorio Mezza è artista dalle doti straordinarie, tocco raffinato , elegante e cristallino. Il suo è un pianismo che attinge sapientemente alla tradizione jazzistica per esplorare nuove frontiere stilistiche e dispiegarsi in chiave autonoma ed originale. Il suo precedente lavoro per Abeat ( Vittorio mezza trio, 2010) è stato inserito nella lista dei 100 cds dell’anno ai Jazzit-awards. Con il seguente lavoro in piano solo ( Life process, sempre Abeat 2012) ha ulteriormente confsolidato un notevole successo di critica e di appassionati. David Milzow è una delle migliori realtà del panorama jazzistico tedesco degli ultimi anni ( vincitore di alcuni awards come miglior sassofonista in Germania). Milzow e Mezza insieme hanno dato vita a questo nuovo lavoro, la cui musica è stata appositamente scritta per saxofoni, pianoforte acustico e fender rhodes, batteria e percussioni. Il risultato è un cd dal sound abbastanza particolare ed interessante, non legato “trictu sensu” al jazz, ma di matrice contemporanea e molto adatto alle immagini, con dieci tracce piuttosto eterogenee. Hanno esteso la collaborazione al grande batterista italiano Ettore Fioravanti (accanto a Paolo Fresu nel suo quintetto storico…) è già partner abituale di Mezza in precedenti lavori.
La musica si snoda in percorsi di sovrapposizione ritmico-melodica e armonica su diversi piani; il silenzio diventa uno spazio di sviluppo ideale per le trame del dialogo improvvisativo, un luogo fondamentale dove il suono si riaccende in linee che assumono una nuova e positiva connotazione nel vuoto. Il risultato è davvero originale, raffinato e moderno. Eccellente alternativa alle consuete proposte stereotipate. Composizioni originali e di grande intensità a firma dei due co-leaders.

Acquista l’album